26 settembre 2008

First week of class is over!

La prima breve settimana all'Ohio State University, da mercoledì a venerdì, è terminata.
Le mie prime 3 lezioni sono andate bene...i miei studenti sono bravissimi (finora); devo sempre preparare delle back-up activities, perchè a volte sono talmente veloci nell'apprendere che ci avanza tempo ( nonostante le lezioni siano di soli 48 minuti).
Per fortuna insegno ogni giorno alle 12.30 dopo di chè dalle 2.30 in poi, ogni giorno, seguo le mie classi che per questo quarter (il nostro trimestre)consistono in ITALIAN 801- College level teaching, IT 730- the languages of Italy (un po di linguistica e indagine sui vari dialetti d'italia), IT 613- Italian cinema,Mafia movies. per questo corso devo scrivere un Anlytical film paper e una presentazione su Godfather part II...isn't it awesome?!
Per Italian 730 invece devo fare ricerca su "Le varietà del repertorio: varietà diatopiche, diastratiche, diafasiche, diamesiche", scriverci una relazione a farci una presentazione in classe. Ora...che c****terina è la varietà diatopica, diatrastica etc...me lo sono chiesta anch'io; in realtà volevo fare "La storia e lo sviluppo di un dialetto", il veneziano ovviamente, ma siccome non riuscivamo a decidere, la prof ha fatto testa e croc e il mio caro collega Ewan si è beccato il tema migliore! Tornando al mio paper..si tratta praticamente di sociolinguistica:
- varietà diatopiche: italiano standard, varietà regionali, dialetti, lingue delle minoranze etnolingustiche, italiano fuori d’Italia;
- varietà diastratiche: italiano popolare ed italiano colto, lingue speciali, gerghi, linguaggi giovanili;
- varietà diafasiche: contesto, funzione, registri;
- varietà diamesiche: lingua scritta, lingua parlata.
Finora mi piace...sono al campus in genere dalle 11 alle 5, tranne quando ho il ricevimento la mattina e comincio prima e quando rimango in ufficio per preparare lezioni e usare stampanti e fotocopiatrici...il mercoledì faccio anche "la tavola italiana" che è una specie di lezione/conversazione con studenti di italiano che si svolge al caffè del mio dipartimento; ci sono televisioni che trasmettono programmi da tutto il mondo e sui tavoli del caffè ci si può collegare con le cuffiette e seguire la tv in lingua originale. L'anno scorso ho visto che trasmettevano Camera Caffè!
Oggi ho anche partecipato al primo meeting del FIGSA (French&Italian graduate student association)dove ci si occupa di organizzare conferenze e giornate dedicate alla cultura per coinvolgere gli studenti dei master in italiano e francese.
Ora, per sdrammatizzare restando in tema...

Enjoy....

3 commenti:

  1. Il video sui dialetti e' uno dei miei preferiti. Scopro per caso il tuo blog e sono andato alla ricerca dei tuoi vecchi post.Le 5 variazioni linguistiche della Lingua Italiana le sto studiando in questo momento: sto per dare l'esame DITALS in Italia e a ottobre 2011 verro' ad abitare a Boston. Forse non mi servira' poi piu' di tanto, il Ditals, ma meglio una qualifica universitaria che attesti la certificazione d'insegnamento in Italiano che niente. Tu hai qualche dritta da darmi nell'insegnamento? Solo che pero' andro' in Massachussetts dove le leggi forse sono diverse.

    RispondiElimina
  2. Emanuele, che post mi sei andato a scovare! Sono passati già 3 anni dalla mia prima classe negli USA...
    Beh, complimenti intanto per la tua imminente laurea, poi, Boston dove?
    Cioè all'università o una scuola di lingue, o cosa?
    Imparerai, quando verrai qui, che tra Massachusetts e Connecticut cambia poco. Se insegnerai Italiano ci possiamo assolutamente mettere in contatto, scambiarci idee etc.
    Fammi sapere!

    RispondiElimina
  3. Eh eh oggi stavo proprio studiando Linguistica testuale e glottodidattica e non avevo voglia..cosi' ho avuto tempo di ca...eggiare. Tengo a precisare che il DITALS non e' laurea ma un diploma di didattica dell'Italiano agli stranieri rilasciato dall'Universita' di Siena. Gia' contattai qualche dirigente della sezione Scuola del MAE o del Consolato di Boston, non ricordo, e mi disse che c'era bisogno di un Certificate of Teaching per insegnare nelle scuole pubbliche. Considerando che non ho concluso gli studi universitari, credo che insegnero' inizialmente nelle scuole private. Dunque andro' nella subburbia di Boston: tra Jamaica Plain, Brookline e Newton. Assolutamente d'accordo sullo scambiarci idee e progetti per l'insegnamento. Dal 14 ottobre intanto ho un corso di un mese a Boston per rispolverare l'inglese: credo che mi ci vorra' intanto un bell'anno per inserirmi nel mondo della lingua lavorativa, credi?

    RispondiElimina