22 febbraio 2009

Turandot

Questa domenica, grazie ad una collega che mi ha gentilmente invitata e grazie a Sal (italo-americano, studente privato della mia collega), il quale ha gentilmente procurato i biglietti, ho spezzato la solita routine "scuola-studio-scuola-studio" passando un piacevolissimo pomeriggio a teatro. Opera, per la precisione, la Turandot di Puccini. Il bellissimo Ohio State theatre ha ospitato questo spettacolo solo per questo week-end in due performances davvero emozionanti. Circa due ore e mezzo di spettacolo, bravissimi i cantanti e l'orchestra, bei settings e luci.
L'unica pecca..la famosa aria "nessun dorma", attesissima, il cui ultimo "vincerò" del tenore americano è durato una media di 3 secondi! Pernon parlare della famosa Cina pronunciata continuamente dai cantanti "china"...povero italiano, cosa lo insegniamo a fare!
Un'occasione per apprezzare l'opera italiana (che è stata, per me, per la prima volta al teatro)e per vestirsi bene!
Dopo il teatro, cinema! Film decisamente meno impegnativo, Friday 13th, che ha finalmente chiuso la giornata.
Link all'aria più famosa della Turandot: Pavarotti, nel lontano 1980
enjoy

Nessun commento:

Posta un commento