6 settembre 2009

Il finto verde

Qualche mese fa' ho scoperto un bellissimo parco nella zona nord della città, The park of roses: un'immensa distesa di verde con campi da tennis, da calcio e piste per fare jogging, o una semplice passeggiata; nel cuore del parco, una riserva di rose, di mille tipi, con dei gazebi carini che si possono prenotare per varie cerimonie ed occasioni. Un po' nascosto,insomma, il tesoro verde di Columbus!
Un paio di settimane fa' decido di andare a fare jogging al park of roses, giusto per approfittarne prima del gelido inverno. Tutto sembra perfetto, se non fosse per una piccola cosa, un rumore estraniante, che poco centra con l'idea di parco. Un rumore che non mi è affatto nuovo. Ma sì, certo , l'ho già sentito questo rumore, camminando verso Marcella's, in centro....è il costante rumore del traffico, lo sfrecciare impersistente delle macchine in autostrada. Eh si, google maps conferma: il parco è circondato dall' autostrada 315.
Il mio nuovo appartamneto ha un balcone nel retro, piccolo ma carino, non dà sul parcheggio ma sul verde, nel retro infatti ci sono moltissimi alberi enormi. Ieri mentre ero al telefono esco sul balcone per prendere un po' d'aria fresca, e...torno subito in casa. Il mio arcinemico mi perseguita e mi impedisce persino di parlare al telefono nel mio stesso balcone. E' ancora lui, quel rumore che è lì per ricordarti che nonostante tu sia al parco o stia ammirando il verde di un giardino nel retro del tuo appartamento, sei sempre e comunque in città .

E pensare che quando sono nella campagna dell'Ohio non vedo l'ora di tornare tra i grattacieli.

Nessun commento:

Posta un commento