11 novembre 2009

Dolci, dolci giornate

Weekend pieno.
Sono andata all conferenza di Rutgers University, nel New Jersey, per presentare un mio saggio su Dante e i peccati di tradimento nell' Inferno, la conferenza era appunto intitolata Betrayal/Tradimento. E' andata molto bene, ho conosciuto molte persone interessanti, ho imparato molto e, forse, ho superato la mia paura delle conferenze, motivo per cui ho deciso di partecipare a questa.
Andata com'è andata, il mio saggio sarà pubblicato nel Journal di Rutgers, La Fusta, Journal of Italian Literature and Culture. Meglio di così...
Domenica, dato che c'ero, sono andata to pay a visit a New York.
A mia grande sorpresa, la Città per eccellenza non mi ha fatto lo stesso effetto della prima volta. Mi sono sentita stranamente a mio agio. New York non mi ha colpito come la grande metropoli che in realtà è. Forse, come suggerisce la mia amica Stefania, è colpa degli occhi da "americana" o semi. Dopo tutto, vivo in America da quasi due anni e un po' mi sono abituata al ritmo incessante della città, a potere avere tutto a tutte le ore, etc.
NYC però devo dire mi pice, mi è piaciuto camminare sapendo dove andavo, vedere lo skyline e sentirlo, anche solo un po', familiare.

Nessun commento:

Posta un commento