24 dicembre 2009

Natale italiano in America 2

Non è il nuovo film di Neri Parenti (spero) bensì il mio progetto per domani.
L'anno scorso ci ho provato, ma è andato malissimo. Io ho anche spiegato che il risotto è un primo piatto e va mangiato per primo, in un piatto a parte...ma è andata a finire che il povero risotto è stato messo in una ciotola, in parte, a mo di contorno e mangiato freddo. Non ci ho neanche provato a difenderlo, era troppo triste la cosa.
Anche quest'anno il Natale si fa a casa mia, ma questa volta ci proverò davvero a farlo più italiano possibile. Ho anticipatamente spiegato, ancora, come funzionano i primi ed i secondi: tagliatelle panna e funghi per primo e il lclassico ham &mashed potatoes per secondo, più panettone, frutta secca, spumante italiano.
Io ce la metterò tutta...chi vivrà vedrà.

6 commenti:

  1. Good luck with that...
    credimi, dopo piu' di 16 anni negli US, ci si deve adeguare... ma certo che all'inizio, uno ci deve pur provare!! :)

    RispondiElimina
  2. Beh devo dire che il menu e' molto ma molto invitante. Io penso che essendo in terra straniera bisogna arrivare a compromessi, venirsi in contro, cercare un campo comune.
    Come, ad esempio, un bel risotto caldo in una ciotola. Il gusto non ne risente e per loro diventa quasi normale.

    RispondiElimina
  3. tutto come previsto....ho dovuto insistere per fargli mangiare il panettone...maccheccevoifà!

    RispondiElimina