28 febbraio 2009

La matematica è un opinione

Le settimane passano e si avvicina sempre di più la fine di questo trimestre, un trimestre...weird! Tante cose da fare, papers, finals, letture...meglio, troppe cose da fare!
Dopo un periodo economicamente buio arrivano finalmente i refunds delle tasse (almeno per Mike) e si respira un pochino.
Confermo che le tasse americane sono troppo complicate per me, troppa matematica, ma proverò lo stesso a farle da sola, un po' per risparmiarmi l'ulteriore spesa dell'agenzia, un po' per soddisfazione personale. Si tratta, per me studente internazionale, in confidenza soprannominata "nonresident alien" dal mio amico governo americano, di compilare varie forms che, dopo nome, cognome e indirizzo (che per informazione, fin qua ci arrivo) funzionano un po' così: le prime 3 o 4 righe son da copiare da una form procurata dal datore di lavoro (nel mio caso, l'università) e poi continuano tragicamente con: linea 5= linea 3 meno linea 2, linea 6= linea 2 diviso linea 1 per linea 3, linea 7= linea 4 meno linea 2 alla seconda diviso linea 1 radice quadrata per 100 diviso 2......
Insomma, per chi mi conosce, una vera sfida! Rimango comunque convinta del fatto che la matematica è un opinione!
Ieri sera, festa italiana a casa di una collega, special guest Mattia, un prospective student per il programma dell'anno prossimo e, se lo accettano, futuro collega. Mattia è di Verona, parla inglese con accento British (abbiamo rispolverato il repertorio di musica british) e soprattutto con Mattia si può parlare dialetto, for a change! Spero venga accettato. Bella festa tra colleghi, pasta, vino italiano, tante risate e good time: mi stupisco sempre del fatto di come giocare a beer pong ci rende sempre più vicini, sarà il gioco di squadra, sarà la sfida, saranno i lanci "artistici" del collega Ivano, o forse...forse è tutta colpa della birra!

22 febbraio 2009

Turandot

Questa domenica, grazie ad una collega che mi ha gentilmente invitata e grazie a Sal (italo-americano, studente privato della mia collega), il quale ha gentilmente procurato i biglietti, ho spezzato la solita routine "scuola-studio-scuola-studio" passando un piacevolissimo pomeriggio a teatro. Opera, per la precisione, la Turandot di Puccini. Il bellissimo Ohio State theatre ha ospitato questo spettacolo solo per questo week-end in due performances davvero emozionanti. Circa due ore e mezzo di spettacolo, bravissimi i cantanti e l'orchestra, bei settings e luci.
L'unica pecca..la famosa aria "nessun dorma", attesissima, il cui ultimo "vincerò" del tenore americano è durato una media di 3 secondi! Pernon parlare della famosa Cina pronunciata continuamente dai cantanti "china"...povero italiano, cosa lo insegniamo a fare!
Un'occasione per apprezzare l'opera italiana (che è stata, per me, per la prima volta al teatro)e per vestirsi bene!
Dopo il teatro, cinema! Film decisamente meno impegnativo, Friday 13th, che ha finalmente chiuso la giornata.
Link all'aria più famosa della Turandot: Pavarotti, nel lontano 1980
enjoy

16 febbraio 2009

President's Day

Lunedì 16 Febbraio, sempre perchè qui tutte le feste sembrano cadere di lunedì, si festeggia il Washington's Birthday, meglio conosciuto come il Giorno del Presidente. Niente ponte per me e niente "festa"...questo mi ricorda che l'anno scorso, esattamente nel President's Day, ero in Canada a godermi le cascate del Niagara, ignara di ciò che il destino mi avrebbe riservato: l'incontro con Camilla, la visita ad OSU, e tutto ciò che ne consegue fino ad essere ammessa a questo programma.
Ieri giornata lunghissima cominciata a mezzogiorno (la Domenica prima del President's Day non ci si alza mai prima delle 12...è una legge in Ohio!), dopo una veloce pulizia della casa, ho passato 5 lunghe ore allo Studio 35, già nominato in precedenza, che il giorno dopo San Valentino proponeva Beer Tasting (al quale ho fatto volentieri a meno)con seguente visione del mitico Pulp Fiction!!! Cena fugace a Buffalo Wild Wings...più americana di così!
Durante il Beer Tasting sono stati proiettati alcuni video divertenti che vorrei riproporre...


E ancora, su pulp Fiction...


E con questo, vi lascio alla MIA scena preferita tratta da Pulp Fiction: fantastico pezzo di Neil Diamond, stupandamente "ballato" dall'intrigante Mia Wallace.
Enjoy...

8 febbraio 2009

Grammy Awards 2009

Domenica scorsa su CBS, alle 8 in punto sono andati in onda i Grammy Awards in diretta da Los Angeles, CA. Ad aprire l'attesissimo spettacolo, gli U2.
Ospiti straordinari e performances eccezzionali: Al green e Justin Timberlake si sono esibiti con "Let's get together" (famosissima hit di Al Green che fa anche parte della colonna sonora di Pulp Fiction), i Coldplay hanno suonato "Viva la vida" canzone che dà il titolo al loro nuovo album, vincitore del premio migliore album rock. Altre performance da ricordare, quella di Jennifer Hudson che alla fine si è lasciata scappare una lacrima, credo dovuta alla recente scomparsa di alcuni membri della sua famiglia; la Hudson si è anche aggiudicata il grammy per il miglior album R&B, purtoppo rovinato dall'orrendo vestito...foto allegata poichè indescrivibile!

Orribile lo spettacolo di Kate Perry, che conferma ancora una volta la sua totale mancanza di atleticità, a malapena si muoveva sul palco!
E tra gli "orrendi" ci aggiungerei anche il povero Kanye West, che sul Wall degli orrendi ci si è proprio appeso da solo, presentandosi a questa edizione dei Grammies con: giacca argentata brillantinosa, guanti di pelle nera e capelli kinda alla Mullet...inguardabile.
Ultimo appunto, poi voglio chiudere il libro nero, è lei, M.I.A. famosa per il pezzo "paper plans" che si è esibita in una collaborazione rappata (con Lil' Wayne, T.I. Jay Z e Kayne West)....incinta di nove mesi, costretta in un vestito a mo di coccinella bianca e nera!

Tra gli ospiti eccellenti includiamo anche Paul Mc Cartney che si è salvato da una canzone orrenda grazie alla batteria suonata da Dave Grohl (ex batterista dei Nirvana e cantante dei Foo Fighters).
Performance notevole anche quella dei Radiohead, peccato per questo nuovo album che non piace molto.
Alcune vittorie inaspettate ma aprezzate:
Best Female Pop Vocal Performance


Best Pop Vocal Album


Best Rock Performance By A Duo Or Group With Vocals

3 febbraio 2009

Super Bowl 2009



I Pittsburgh Steelers si aggiudicano il super bowl XLIII vincendo 27-23 sugli Arizona Cardinals e diventando così la squadra di football che ha vinto più super bowls in assoluto (6). Partita abbastanza "even" durante le prime 2 ore e mezzo e molto, molto ricca di azione negli ultimi 10 minuti! Mentre la vittoria sembra già assegnata ai Pittsburgh Steelers, i Cardinals segnano un touchdown che ribalta il risultato; a meno di un minuto alla fine, i Steelers marcano la vittoria con un altro touchdown,un po' discusso, molto al limite, ma sicuramente TOUCHDOWN!
Il super bowl però non è solo football: super bowl significa anche commercials e half time show!
I commercials (le pubblicità)che vanno in onda durante il super bowl sono conosciuti per essere nuovi, originali e divertenti, tanto che su youtube si possono riguardare e votare per il migliore...quest'anno devo dire che mi hanno un po' delusa. L'half time show è una cosa incredibile: in mezzora di break, tra il secondo e terzo quarter, sullo stesso stadio dove si gioca la pertita, viene montato un palco grandissimo e ogni anno, un'ospite intrattiene il numerosissimo pubblico che segue la finale, allo stadio e da casa (si dice circa il 98% degli americani!).Impressionante è vedere la marea di gente che ordinatissima si muove al centro dello stadio e poi di nuovo ai loro posti negli spalti.
Quest'anno l'onore di apparire al super bowl è toccato al Boss, il Vasco americano, Bruce Springsteen. L'anno scorso, un altro grande della musica rock americana, Tom Petty. Lo Spettacolo di Springsteen è stato molto emozionante e divertente. Qui uno spezzone...

Dopo tre ore di intenso football, sono cominciati i festeggiamenti, con tanto di lancio del Gatorade sul coach (tipico).
Domenica finita...si aspetta il Lunedì ed il ritorno in ufficio!

1 febbraio 2009

Super Sunday '09













L'anno scorso l'ho perso per un paio di giorni ma quest'anno è un appuntamento d'obbligo! Oggi, domenica 1 febbraio si giocherà la finale di NFL (national football league): IL SUPER BOWL!
Due squadre, non molto famose al di fuori degli States: Pittsburgh Steelers vs. Arizona Cardinals. Io tiferò per i Cardinals, solo perchè Pittsburgh sono i rivali storici dei Cleveland Browns (CB è la squadra di Cleveland, famosa per perdere ogni partita possibile: può avere un vantaggio spettacolare sugli avversari, ma alla fine riesce sempre a perdere)e la mia prima partita di football allo stadio!
Che vinca il migliore, sarà in ogni caso una notte di football e birra a volontà!