19 ottobre 2009

Non c'è via di scampo

Dopo un anno e mezzo, anch'io, ho dovuto cedere.
Davvero non volevo, ma proprio non se ne può fare a meno in questo paese. Eh si, l'ho finalmente capito ed (in parte) accettato: se hai 23 anni e non devi soldi a nessuno, in questo paese non vali niente.
La famosa credit history è tutto.
Quindi, oggi ho deciso di fare domanda per ottenere una carta di credito. Spenderò un po' di soldi al mese con credito per costruirmi una credit history; Il problema più grande non è la necessità, quasi forzata, di avere una carta di credito, che io ho richiesto SOLO per questo motivo, ma è il CREDITO in sè. La mia generazione, in america è la prima con una storia di credito così importante. Studenti della mia età, laureati, devono alle università, in media, dai 30 ai 40 mila dollari, solo per un Bachelor's (la triennale).
Una generazione che si affaccia al futuro con un debito enorme sulle spalle.
Noi studenti stranieri, non debitori, siamo alieni.
La contraddizione: per formarti una credit history ti consigliano di avere una carta di credito ma senza una credit history rischi di non poter ottenere una credit card.
La mia richiesta sarà valutata entro il prossimo mese....chi vivrà vedrà.

17 ottobre 2009

C'era due volte

Quasi un mese è passato dall'ultimo post.
Un altro anno sta per finire ed uno nuovo sta per cominciare, ma il 2010 non sarà un anno semplice.
Mi sembra così vicino il giorno in cui ho scoperto di essere stata accettata ad Ohio State: due anni della mia vita già, più o meno, pianificati, nulla di cui preoccuparsi. Ed invece mi ritrovo ora a dovere, ancora una volta, cercare di spianare un qual futuro.
L'idea: proseguire gli studi negli Stati Uniti con un programma di dottorato.
Il progetto: studiare letteratura contemporanea, magari, il programma di letterature comparate a NYU.
Il problema: essere ammessi ad un programma di dottorato è difficile di per sè, lo è doppiamente se si è uno studente straniero in un'economia come quella attuale.
Tanto da preparare/studiare (la scadenza per le domande di dottorato è in genere a Dicembre), pianificare, considerare....
In questo ultimo periodo sono pervasa da una costante e sgradevole sensazione di dover fare qualcosa, 24/7......e non è piacevole,
dormo poco,
ho paura.
Come ce l'avevo la prima volta.