19 agosto 2010

Nella terra dei bacchettoni

Dopu un lungo viaggio in macchina, di notte, con due gatti claustrofobici, senza aria condizionata, tra le montagne della Pennsylvania che c'era una nebbia che sembrava di stare nella cara e vecchia pianura padana, siamo finalmente arrivati in Connecticut, noi. I nostri mobili e tutto il resto sono ancora in qualche paesino sperduto del New Jersey, cosi' mi dicono....
Quindi mi ritrovo in questo paese che si trova nel bel mezzo del nulla con una, e sottolineo una, connessione ad internet, a dover dormire per terra da ormai 4 giorni.
Per fortuna il CT e' piccolo e si fa presto ad uscirne quindi ieri c'e' scappata un toccata e fuga a Boston, dove dopo piu' di un anno ho finalmente rivisto un vecchio amico, il mare.
Lunedi' si comincia la nuova avventura.

9 commenti:

  1. uh!!!!

    in bocca al lupo anche da parte mia!

    RispondiElimina
  2. Buon inizio!

    Silvia

    RispondiElimina
  3. To the new beginnings !
    In bocca al lupo :)

    RispondiElimina
  4. Cosa non ti piace del ct? Io sono stato a middletown

    RispondiElimina
  5. Maurice: sono qui da troppo poco per giudicare, ma essendo abituata alla movimentata vita di città, capisci che sentire le rane di notte mi turba non poco...
    So far so good, ma è tutta un'altra America...

    RispondiElimina
  6. E allora?.... come e' andata?

    RispondiElimina
  7. -A parte il trasloco "long distance" che è stata un'esperienza terribile che spero di non dover fare mai più in questa vita-l'università è carina, i colleghi simpatici e il lavoro mi sta già dando qualche soddisfazione..non posso chiedere di più!

    RispondiElimina