11 novembre 2010

I miracoli del web

Attraverso questo blog ho conosciuto Silvia (la trovate tra i commenti nei vostri blog, perchè lei vi legge tutti!). Una cosa unisce me e Silvia e lo abbiamo scoperto per puro caso! 
Io insegno italiano agli studenti di UConn negli States e lei insegna Italiano agli stessi studenti che vanno a fare lo study abroad in Italia.
Siccome noi mica stiamo a pettinare le bambole, oggi io e Silvia abbiamo fatto un collegamento Skype nella mia classe, gli studenti hanno fatto un'intervista un po' buffa a Silvia, la quale tra l'altro si è beccata un sacco di complimenti!

Visto che questa cosa di avere ospiti italiani via Skype sembra molto apprezzata dai miei studentelli e penso di replicare nelle successive classi (sempre se insegnerò), se volete partecipare fatemi sapere e ci si organizza!

Nota a parte: il mio oroscopo continua a dirmi che il 2011 comincerà benissimo e sarà un successo dopo l'altro, ma le prospettive di lavoro per il prossimo semestre sono alquanto nere e io sono stanchissima. 
Chi vivrà vedrà...

11 commenti:

  1. E ora sappiamo qualcosa in piu' della Silvia che ci lascia i commenti :-)

    Ciao Silvia!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Elfo!
    Anch'io mi sono divertita molto! Spesso penso a come sono strani i casi della vita, a come ci siamo conosciute per caso e alla forza della tecnologia.

    @ tutte le blogger: continuate così, i vostri blogs sono interessantissimi e mi diverto molto a leggervi. chissà un giorno magari incontrerò qualcuna/o di voi

    un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
  3. ciao eleonora!
    parlo l'inglese ma non in modo fluente da tenere una lunga conversazione con una classe americana.
    Se l'intervista è in italiano, quindi, io sono disponibile a farmi intervistare.
    Vivo e studio in Italia. Sono nato a Palermo ma studio a giornalismo a Roma. Dopo, probabilmente, mi aspetta un master in giornalismo alla Missouri University o alla Nortwestern University.
    Se vuoi, sono disponibile a questo incontro tramite Skype con la tua classe.
    Ciao :)

    RispondiElimina
  4. Ciao Eleonora,
    ho letto la tua storia sul sito Voglio Vivere Così. Mi ha molto emozionata.
    Io sono di Modena, studio a Bologna e mi laurerò a giugno in Lingue e Letterature Straniere (triennale). Ho 22 anni.
    Mio padre lavora nel Tennessee dal 2004 e io ogni estate sono da lui per 2 mesi circa. Amo gli Stati Uniti da quando sono bambina, come te.
    Avevo pensato di fare un minimaster di 9 mesi il prossimo anno in California, anche perchè a Bologna c'è una buona agenzia che organizza queste "esperienze". Ho anche letto però il tuo percorso, e volevo chiederti quali sono i requisiti per diventare un Graduate Student come hai fatto tu. Immagino il TOEFL test ovviamente. So che non è un percorso semplice perchè, come hai detto tu, non è facile la vita del Graduate Student, però sono una persona determinata e non mi dispiacerebbe insegnare l'italiano.
    Grazie e scusa per il disturbo. Se ti va di parlare il mio indirizzo e-mail è polveredistella88@hotmail.it
    Oppure anche su skype se ti va.
    Ciao,
    Martina Adani

    RispondiElimina
  5. Girolamo, l'intervista sarebbe in Italiano perchè serve ai miei studenti per praticare il parlato e soprattutto l'ascolto. Con la classe che insegno adesso ne ho già fatte due quindi sarebbe per il prossimo semestre. Non so ancora se insegnerò italiano (di solito insegno qualsiasi cosa mi danno, pur di lavorare!) ma se avrò una classe di lingua ti farò sapere sicuramente!
    Grazie mille per la disponibilità!
    Contattami pure via email.

    RispondiElimina
  6. ciao Eleonora, ho scoperto questo sito grazie a Marica e avendo letto "un posto nel mondo" di Fabio volo non potevo che leggere i tuoi post....un libro che ho trovato affascinante nella sua semplicità, un libro che dà le parole alla voglia di ognuno di noi di evadere...scusami per l'off of topic ;)

    RispondiElimina
  7. Ampere, è proprio il motivo per cui ho chiamato così questo blog.
    Io l'ho letto in un giorno. La mattina avevo l'ultimo esame all'università e nel tardo pomeriggio avevo un colloquio di lavoro. Tra i due appuntamenti mi sono seduta vicino ad un albero nel cortile dell'università e l'ho letto cover to cover, come si dice qua.
    Quella stessa estate sono partita per gli States.

    RispondiElimina
  8. Quanto paghi?
    Si riesce a sfangare almeno l'anticipo di una Maserati?

    RispondiElimina
  9. Emigrante: l'intervista paga da sè...

    RispondiElimina
  10. Se state parlando del programma di Ascoli Piceno, e non quello di Firenze, da quest'anno ci mandiamo anche i nostri studenti!

    Simone (della Saint Louis U.)

    RispondiElimina