5 novembre 2010

'Italiano' (insert your nationality here) a chi?

Sono pallosa, lo so, ma sarò mica graduate student per niente?!
Alllora vi dico brevemente che sto studiando un gruppo di scrittori ancora poco trattati. Sono immigrati, alcuni, italiani per adozione (o vocazione) altri. Li chiamano 'scrittori migranti di seconda generazione', ma a noi non ci piace questa definizione.
Arrivano in Italia da svariate parti del mondo e scrivono, in Italiano. Raccontano le loro storie e quelle che gli sono state raccontate, raccontano la loro terra, l'Italia, il difficile rapporto tra le due patrie, due culture, due identità.
Mentre leggo queste storie, un po' mi rivedo nelle loro parole, come immigrata, un po' mi sento in crisi, come Italiana.
Poi ho pensato e tutti noi, bloggers all'estero, che scriviamo, tanto, tantissimo (vero, Baol?) di solito in Italiano, ma a volte ci scappa pure l'Inglese.
E mi sono domandata, ci sono blog di immigrati, in Italiano o no, che scrivono dall'Italia?
Siccome i miei skills in campo di ricerca blog sono pari a quelli di un criceto, mi rivolgo a voi, soprattutto chi segue di più la sfera italiana.
Ne conoscete qualcuno?

9 commenti:

  1. interessante il tuo post....

    in effetti quando si e' "immigrati" si ha una certa sensibilita' verso altre cose...

    conosco un ragazzo immigrato in italia, ma ormai da tanti anni, che e' una delle persone a cui abbiamo lasciato la nostra casa in affitto, ma non mi pare abbia un blog...

    e ora sto ripensando a quando ero piu' giovane e cercavo casa in affitto a roma... e a tutti gli annunci che dicevano "solo per italiani".... che tristezza...
    credo che la vita dell'immigrato in italia sia piu' difficile di quella dell'immigrato in america...

    RispondiElimina
  2. Marica, mi sento di dire proprio lo stesso.

    RispondiElimina
  3. No, purtroppo non conosco questo genere di blog.

    Se in America hai un lavoro e tutte le garanzie che esso ti da - assicurazione per esempio - sei un immigrato fortunato.
    se in America ci stai come ci sta un messicano, sei uno che tira a campare - illegale e a nemmeno sette dollari l'ora e quindi niente assistenza sanitaria ne' istruzione decente.
    se sei un immigrato in Italia.......mi domando, ma che ci vai a fare in italia con questi chiari di luna?

    valescrive

    RispondiElimina
  4. e' vero.. in america si sta bene sempre se e solo se si ha un lavoro e un'assicurazione sanitaria! :-(

    RispondiElimina
  5. Valeria, mi sono fatta anch'io quella domanda. Alcuni arrivano dalle ex colonie in Africa, forse perchè sanno un po' di Italiano, perchè conoscono qualcuno che già ci vive...tanti hanno un'immagine mitizzata dell'Italia. In generale credo che tanti immigrati scelgano l'Italia perchè con tutta la corruzione che c'è è facile rimanere anche se illegali...

    RispondiElimina
  6. Eccoti una svedese a Napoli http://italiavssvezia.blogspot.com/

    RispondiElimina
  7. Anche in italia ci sono immigrati "di lusso" che magari vengono a passare qui gli anni della pensione o trasferiti per lavori importanti o attratti da un'immagine mitizzata.
    appena rientrata dagli usa seguivo molto il sito www.expatsinitaly.com lì ho trovato molti blog di americani in italia per vari motivi, alcuni sono tornati in USA, altri sono rimasti, altri ancora sono tornati in USA e poi hanno ritentato ancora in italia... ci sono tante storie, come tante sono le vostre.
    se hai voglia di curiosare vai qui
    http://2baci.blogspot.com/2008/01/bloggers-in-italy-round-up.html

    Silvia

    RispondiElimina