3 febbraio 2011

Le ultime dal castello di ghiaccio

Da quando è cominciato il semestre ironicamente chiamato 'Spring semester' abbiamo già avuto 4 snow days. E vai di classi cancellate (due giorni di fila questa settimana) e di arretrati da correggere, 20 saggi e un esame finale. Ma con tutto questo mucchietto di carta stampata che mi fissa dalla scrivania, io che faccio?
Mi guardo un po' di film italiani, che anche quelli sennò si accumulano!
Dal più recente (che ho visto io, eh)

La solitudine dei numeri primi
tratto dall'omonimo romanzo di Paolo Giordano. L'ho trovato classico e originale allo stesso tempo, due orette spese bene.

Io sono l'amore
il passaggio da Melissa P. a questo film è un bel salto di qualità per Guadagnino. Un pochetto sopravalutato comunque.


Vallanzasca
l'ultimo film di Michele Placido. Non sapevo chi fosse Renato Vallanzasca e quindi l'ho trovato interessante. Kim Rossi Stuart che fa il ganzo con l'accento milanese è imperdibile.




4 commenti:

  1. Kim Rossi Stuart è proprio bbbbono,soprattutto ora che è un quaranntenne specializzato in ruoli criminali!!!
    Dee

    RispondiElimina
  2. eh, già...però a me viene sempre in mente Fantaghirò quando lo vedo..

    RispondiElimina
  3. Vallanzasca anche secondo me è un bel film, però Kim Rossi Stuart milanese proprio non mi è piaciuto...

    RispondiElimina
  4. Ma come Bruno? era la mia parte preferita!

    RispondiElimina