27 giugno 2011

Quando i tempi cambiano (In Italia)

Sono rimasta a dormire una notte a casa sua, quando i suoi erano in viaggio a Roma. Ci siamo addormentate nel lettone dopo una birra alla tequila e infinite Sticki. Dopo un quarto d'ora mi sono trasferita nella sua cameretta e lei l'ho lasciata nella camera dei suoi, da sola. Io invece ero in compagnia di Luca Argentero, che sta appeso al muro dal calendario del 2004.
Verso le nove del mattino l'ho vista camminare verso il bagno e quando si è fermata alla mia porta le ho chiesto "lo sai, vero, perchè sto dormendo qui?", e lei, "ma russo così tanto?!".
A quattordici anni dormivo spesso a casa sua nei weekend, mi facevo l'intero viaggio in autobus con il mio cuscino in borsa. Dormivo su un materasso per terra, vicino al suo letto, chiacchieravamo fino a tardi e ridevamo tanto. Suo padre mi prendeva in giro per i calzini di lana che portavo. Erano di quelli lunghi fino al ginocchio e larghi abbastanza da poterci infilare dentro le gambe del pigiama. Lui adesso mi fa sempre tante domande sull'America, e ad ogni mia risposta lui ribatte "eh, ma loro sono sempre avanti!".

23 giugno 2011

Ben tornata, comunque.

AAAhhhhhhhhhhhhh e adesso bisogna anche registrare la macchina nello stato del Connecticut, e quindi bisogna fare il test delle emissioni. Ma se io avessi i soldi per comprarmi una macchina super nuova ed ecologia lo farei subito, ma la mia macchina ha più di dieci anni e lasciatela stare poverina che ogni giorno è un miracolo solo sentirla accendersi!

19 giugno 2011

Dove sono? Chi sono?

Nella mia passeggiata dal parcheggio alla biblioteca ho visto una marmotta, uno scoiattolo e un Alvin (il dizionario lo definisce tamia, un chipmunk insomma).
Eh, si, welcome back nel caro, vecchio Connecticut.
Dopo aver tentato, con scarsi risultati, di de-americanizzarmi per 3 settimane in Italia, qui è già cominciato il processo contrario di de-italianizzazione, necessario alla sopravvivenza in questo paese. Devo dire che sta funzionando, anche se sono un po' confusa. Stamattina mi sono svegliata dopo aver fatto un sogno che poco ricordo. La prima cosa che ho pensato è stata: in Italia fare la spesa costa molto meno, ma sono tutti più scortesi.

6 giugno 2011

Solo in Italia

Preparare la carbonara guardando Forum.
Buon appetito

Guidare

Dopo due anni di cambio automatico pensavo mi tornasse difficile guidare con il cambio, e invece, ho scoperto, è proprio come la bicicletta, non si dimentica mai.
Ho notato che, grazie ai vari finanziamenti, le rotonde si sono molto riprodotte e se due anni fa erano 20 ora sono 50. E allora ho dato sfogo a uno dei miei hobby preferiti, girare a vuoto in rotonda, che è tanto triste uscirci subito.