20 agosto 2013

Ch-ch-changes!

Ed eccolo finalmente il post tanto atteso che rivelerà i piani di questo semestre autunnale.
Il tema di questa seconda parte dell'anno è "cambiare". Per prima cosa, non insegnerò più all'università dove ho lavorato gli ultimi 3 anni. Mi sono laureata? mi hanno licenziata? niente di tutto ciò, semplicemente questa università non da spazio (e quindi soldi) alle lauree umanistiche e quindi i miei fondi sono finiti, un bel calcio in culo e un "va' e arrangiati".
Ma non disperate perchè a me i cambiamenti non spaventano poi tanto.
E quindi dalla prossima settimana insegnerò in un liceo!
Solo per il primo semestre, fino agli esami di metà anno a fine Gennaio, ma sarà un'esperienza molto diversa. Per cominciare avrò un'aula mia (dove si trova anche il mio ufficio) e saranno gli studenti a venire nell'aula di Italiano quando comincia la loro lezione. Insegnerò 5 corsi e quindi sarò a scuola ogni giorno. La prima classe comincia alle 7.30. AIUTO.
Vi racconterò quindi nei prossimi mesi com'è insegnare alle scuole superiori vs. l'università.
Ho anche un secondo lavoro, perchè anche se il liceo paga molto bene (siamo pur sempre in Connecticut, amici miei, in un liceo semi-privato) se posso lavorare e guadagnare di più, lo faccio molto volentieri. E quindi attraverserò i confini statali per insegnare dei laboratori di lingua anche nell'ocean state, il Rhode Island.
Tutto ciò, insieme al fatto che comunque sono ancora studentessa di dottorato, significa che di tempo libero ne avrò davvero, ma davvero poco. Che così sia!
Se non si era ancora capito, posso lavorare al di fuori dell'università che mi sponsorizza il visto solo perchè non ho più quel visto da studente. Ma il post sulla green card arriverà solo quando ce l'avrò in mano, quel famoso pezzo di plastica.
Cos'altro vi aspetta? Ah, certo, con l'arrivo del solito temuto Settembre e dell'autunno, probabilmente ricomincerò a tessere le lodi del New England autunnale, che è sempre una gioia per gli occhi e per la mente.
E per finire, so che se avete letto il titolo bene, avrete anche letto tutto il post con questa canzone in testa, e quindi ascoltatela finchè vi passa!

12 commenti:

  1. Ciao Eleonora =) Sono Carlo, uno studente palermitano di 18 anni, l'anno prossimo mi diplomerò (spero ;P).. Il mio sogno sarebbe quello di frequentare l'Università negli USA, ma, dalla lettura di alcuni siti, sono stato demoralizzato un pochino! Volevo solo chiederti se è così difficile o quasi impossibile, come molti dicono, frequentare l'Università negli States, e se è necessario che io trovi comunque un lavoro lì per permettermi le tasse universitarie (ho letto che gli aiuti finanziari a studenti stranieri sono molto limitati..)

    Un saluto, rispondimi se puoi =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carlo, se mi dai la tua email ti rispondo in privato.

      Elimina
    2. Grazie mille ;) carlozarcone@hotmail.it

      Elimina
  2. Grandissima Eleonora! non vedo l'ora di leggere i post sulla tua nuova esperienza come insegnante al liceo.
    A presto, Francesca

    RispondiElimina
  3. Sono curiosissima di sapere come sarà il tuo lavoro al liceo! Solo che non so cos'è l'ocean state. È un altro liceo?
    Perdonami l'ignoranza. In bocca al lupo!
    E...ti invidio il fatto di non spaventarti di fronte ai cambiamenti, è una grandissima qualità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, forse non era chiarissimo, Il Rhode Island è anche chiamato "ocean state". Ogni stato ha un suo soprannome/motto.

      Elimina
  4. In bocca al lupo per la nuova avventura, sono curiosa di leggere i tuoi post futuri, io negli States ho iniziato proprio come insegnante di italiano alla High School e devo ammettere che è stata un'esperienza davvero ... "interessante".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parlerò di questo liceo particolarissimo che è allo stesso tempo pubblico e privato, ma pubblico o privato che sia...sempre adolescenti sono!

      Elimina
  5. In bocca al lupo e congratulazioni per aver trovato un nuovo lavoro nonostante i tagli alle lauree umanistiche nella tua università. Quindi rimani PhD candidate ma ti hanno tagliato tutte le teaching assistantship? Pazzesco :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, propio così. Di solito questo succede dopo TANTI anni di dottorato, non dopo 3 :\

      Elimina
    2. Caspita, è davvero un peccato. Perlomeno ora puoi lavorare fuori dal campus. Chissà che insegnare al liceo non ti piaccia molto di piu! :)

      Elimina