6 dicembre 2015

Cittadinanza italiana- pilot

Oggi e' il nostro terzo anniversario di matrimonio.
Secondo la legge italiana da oggi mio marito puo' fare domanda per la cittadinanza italiana.
Per qualche motivo che io non capiro' mai, lui la vuole.

A me sono scappate 3 bestemmie solo al pensiero di dover incominciare questo viaggio burocratico italico.

Stay tuned for episode 1.

5 dicembre 2015

Non e' la RAI....no, aspetta, si, e' la RAI.

Ho fatto un servizio per la Rai International.
Un'intervista per un programma dedicato agli italiani che vivono all'estero. Le chiamano "storie dal mondo". Mi stupisce molto la cosa, ma e' in rete.

Mi pare di aver dato abbastanza dati anche per gli stalker principianti.

Attendo i commenti.

2 dicembre 2015

Lockdown

Dovete sapere che nei licei americani oltre al piano d'emergenza in caso d'incendio c'e' anche il piano di emergenza in caso di "pacco bomba", ovvero quando qualcuno nota una borsa sospettamente abbandonata da qalche parte nel campus, e questo prevede un'evacuazione dei palazzi del campus, come nel caso di incendio. C'e' pero' un terzo piano di emergenza che si chiama "lockdown". Come suggerisce il nome, al contrario dell'evacuazione, questo piano prevede che al suono dell'allarme le persone cerchino rifugio in una stanza, che tutte le aule vengano chiuse a chiave, le vetrate delle porte oscurate, le luci spente e che si rimanga in silenzio fino alla fine dell'emergenza.

Il lockdown viene messo in atto quando c'e una situazione sospetta o di possibile pericolo, per esempio se la polizia sta inseguendo un sospetto in zona o, cosa che putroppo e' ancora piu' probabile, ce' una una persona armata nel campus.

Da quest'anno, la nostra scuola ha anche adottato un'applicazione che ci permette di contattare la sicurezza in modo veloce ed efficente, in caso di situazioni di emergenza, sospette o potenzialmente pericolose.

Ieri pomeriggio a lavoro, mentre andavo alla macchina a fine giornata, ho sentito degli spari.
Li ho notati ma non ne ho pensato proprio nulla. Sono salita in macchina e me ne sono tornata a casa. Circa una mezz'oretta dopo, riceviamo tutti una email che dice "grazie a tutti quelli che ci hanno avvertito degli spari che hanno sentito oggi. La polizia ha investigato la cosa e ci ha rassicurati che e' tutto sotto controllo e che non dobbiamo preoccuparci".

A questa email, mi sono sentita un po' una merda, perche' io, che gli spari li avevo sentiti e come, non ho avvertito proprio nessuno.
E' che qui e' proprio normale sentire spari di pistola. Siamo nella wilderness del New England, ci sono poligoni all'aperto anche vicino a casa mia, e poi e' anche periodo di caccia.
Certo, vicino ad una scuola magari no, questo avrei dovuto capirlo.
E invece ho capito che sono diventata immune a queste cose.

Americanizzazione....loading...

26 ottobre 2015

Quei mille dollari in piu'

Oggi stavo distrattamente cercando dei voli Venezia-Boston per un'amica che vorrebe venire qui per la festa del Ringraziamento. Ce n'erano tantissimi a meno di 500 euro cosi' provo, per curiosita', ad invertire l'itinerario. Vediamo, quanto costerebbe invece a me comprare un volo per l'Italia con le stesse date. Vediamo un po'.....1500 dollari.
Ma anche no.

16 ottobre 2015

Loading...

Gran parte del mio lavoro, sia come ricercatrice che come insegnante di lingua, richiede la ricerca e l'utilizzo di siti web italiani.
8 volte su 10 questi siti ci mettono almeno un minuto per essere pronti ed accessibili.
Io ho solo una domanda: perche'?!


2 ottobre 2015

Tempo di lotterie

Per chi fosse interessato, e' aperta la lotteria per ottenere una green card.
I requisiti che vi interessano sono due:
1. essere nati in Italia
2. avere un diploma di scuola superiore* o, in mancanza di questo, avere due anni di esperienza in un campo di lavoro per cui avete fatto precedentemente due anni di esperienza/tirocinio/training negli ultimi 5 anni.

*in un programma che prevede un minimo di 12 anni di scuola: elementare, medie e superiore.

Il link e' questo. Iscriversi dovrebbe essere abbastanza facile e veloce.

Good luck!

22 settembre 2015

Galline

Da meta' Aprile si sono aggiunte alla famiglia due pulcine: Michela e Lisa.
Michela e' sempre stata piu' grande fisicamente, ma forse e' anche qualche giorno piu' vecchia dato che e' stata la prima a sviluppare le penne e la crestona rossa. Nonostante questo, Lisa e' il capogruppo e guai a separarsi per un secondo o a perdersi un attimo di vista. 

Miki e Lisa a tre e sei settimane,  nella loro posa preferita.
Miki e Lisa vivono in giardino, in una fortezza che le proteggera', si spera, dalle volpi e dagli orsetti lavatori che affollano la zona dove viviamo.

Da brave gallinacce, a cinque mesi di vita hanno già cominciato a fare le uova.
Amano mangiare l'erba, picchiare le macchine con il becco e giocare a nascondino nel giardino dei vicini. Non sono amanti dei vermi da giardino, ma quelli in scatola, già seccati, sono il loro snack preferito.






18 settembre 2015

Settembre ritorna

Sono dietro una scrivania nel piano sotterraneo della biblioteca di una prestigiosa scuola privata di New Haven. 
Sono le 4 e mezzo di un Venerdi' pomeriggio e ho una voglia terribile di scrivere su questo blog.
Ma le parole non escono. O almeno non come vorrei.
Non scrivo da quasi un anno e non so il perche'. Ma credo che la routine abbia preso il sopravvento e io mi annoio facilmente di tutto.
Nell'ultimo anno non e' successo molto:
Dicembre-Gennaio-Febbraio quasi non li ricordo, se non fosse per i quintali di neve che ho dovuto spalare ogni weekend.
A marzo sono venuti i miei, per la prima volta, in America.
E' stato bello condividere la mia vita qui anche con loro.
Aprile-Maggio sono passati in fretta e a Giugno e' arrivata anche mia sorella.
E' stata un'estate piena. Ho lavorato abbastanza e ho guidato tantissimo tra Connecticut, New York e Rhode Island.
Agosto ha portato gli esami di dottorato e ora anche Settembre sta per finire.
Insegno alla stessa scuola privata dove insegnavo l'anno scorso, e faccio la bibliotecaria due pomeriggi alla settimana.
Ho esplicitamente richiesto il Venerdi' pomeriggio.
Mi piace il silenzio della biblioteca dopo una settimana frenetica.

E quindi, dopo settimane di pensierini verso questo blog abbandonato, ho finalmente trovato......whatever it is...quella cosa che muove le mie dita sulla tastiera.

Sembra un post triste. Forse lo sono un po' anch'io oggi. D'altronde e' ancora Settembre.