6 dicembre 2015

Cittadinanza italiana- pilot

Oggi e' il nostro terzo anniversario di matrimonio.
Secondo la legge italiana da oggi mio marito puo' fare domanda per la cittadinanza italiana.
Per qualche motivo che io non capiro' mai, lui la vuole.

A me sono scappate 3 bestemmie solo al pensiero di dover incominciare questo viaggio burocratico italico.

Stay tuned for episode 1.

5 dicembre 2015

Non e' la RAI....no, aspetta, si, e' la RAI.

Ho fatto un servizio per la Rai International.
Un'intervista per un programma dedicato agli italiani che vivono all'estero. Le chiamano "storie dal mondo". Mi stupisce molto la cosa, ma e' in rete.

Mi pare di aver dato abbastanza dati anche per gli stalker principianti.

Attendo i commenti.

2 dicembre 2015

Lockdown

Dovete sapere che nei licei americani oltre al piano d'emergenza in caso d'incendio c'e' anche il piano di emergenza in caso di "pacco bomba", ovvero quando qualcuno nota una borsa sospettamente abbandonata da qalche parte nel campus, e questo prevede un'evacuazione dei palazzi del campus, come nel caso di incendio. C'e' pero' un terzo piano di emergenza che si chiama "lockdown". Come suggerisce il nome, al contrario dell'evacuazione, questo piano prevede che al suono dell'allarme le persone cerchino rifugio in una stanza, che tutte le aule vengano chiuse a chiave, le vetrate delle porte oscurate, le luci spente e che si rimanga in silenzio fino alla fine dell'emergenza.

Il lockdown viene messo in atto quando c'e una situazione sospetta o di possibile pericolo, per esempio se la polizia sta inseguendo un sospetto in zona o, cosa che putroppo e' ancora piu' probabile, ce' una una persona armata nel campus.

Da quest'anno, la nostra scuola ha anche adottato un'applicazione che ci permette di contattare la sicurezza in modo veloce ed efficente, in caso di situazioni di emergenza, sospette o potenzialmente pericolose.

Ieri pomeriggio a lavoro, mentre andavo alla macchina a fine giornata, ho sentito degli spari.
Li ho notati ma non ne ho pensato proprio nulla. Sono salita in macchina e me ne sono tornata a casa. Circa una mezz'oretta dopo, riceviamo tutti una email che dice "grazie a tutti quelli che ci hanno avvertito degli spari che hanno sentito oggi. La polizia ha investigato la cosa e ci ha rassicurati che e' tutto sotto controllo e che non dobbiamo preoccuparci".

A questa email, mi sono sentita un po' una merda, perche' io, che gli spari li avevo sentiti e come, non ho avvertito proprio nessuno.
E' che qui e' proprio normale sentire spari di pistola. Siamo nella wilderness del New England, ci sono poligoni all'aperto anche vicino a casa mia, e poi e' anche periodo di caccia.
Certo, vicino ad una scuola magari no, questo avrei dovuto capirlo.
E invece ho capito che sono diventata immune a queste cose.

Americanizzazione....loading...